Implantologia 3D

“…..quando la tecnologia aiuta paziente
e operatore allora è una bella tecnologia…”

Implantologia dentale 3D Bologna e Faenza

Studiata per risultati prevedibili tramite una pianificazione a ritroso e in base a criteri protesici

L’implantologia 3D consente di individuare la posizione ottimale dell‘impianto sia dal punto di vista chirurgico che protesico. Coinvolgendo tutto il team fin dall‘inizio, il professionista otterrà risultati più prevedibili in termini di estetica e funzionalità.

Maggiore precisione nelle applicazioni chirurgiche

I dati radiologici tridimensionali  contengono più informazioni rispetto alle radiografie bidimensionali tradizionali. Queste ulteriori informazioni per il posizionamento dell‘impianto, garantiscono affidabilità e sicurezza durante la procedura chirurgica. Inoltre, la chirurgia guidata è di supporto negli interventi minimamente invasivi, contribuendo a ridurre il dolore per il paziente.

Una migliore comunicazione con il paziente costruisce la fiducia nel trattamento implantare

Le sofisticate funzioni di visualizzazione consentono di spiegare i vantaggi delle scelte di trattamento al paziente. Alcuni software consentono persino di mostrare al paziente la visione tridimensionale delle arcate mandibolari tramite speciali occhiali 3D.

Definita anche “chirurgia guidata” è l’ultima frontiera dell’implantologia. Attraverso un programma computerizzato  e in casi ben selezionati, permette di eseguire virtualmente il posizionamento dell’impianto nell’osso modificandone tutte le variabili “a tavolino”  e di poterlo poi ripetere in maniera identica nella bocca del paziente così come lo si era eseguito sul computer. Il dr. Pier Carlo Frabboni è Opinion Leader per una delle principali aziende produttrici di software  e impianti per l’implantologia 3 D.

Quale è la principale differenza tra implantologia standard e implantologia 3D ?

L’implantologia standard viene eseguita a mano libera ed è ancora considerata come l’implantologia di riferimento. Però oggi, in casi attentamente studiati, questo approccio chirurgico può essere modificato rendendo l’inserimento della radice artificiale una replica dell’intervento che è già stato eseguito sul computer in maniera virtuale, eliminando quindi tutte le variabili insite in ciascun intervento.

Quali sono i passaggi per arrivare ad eseguire in maniera guidata l’inserimento dell’impianto?

Esistono sostanzialmente 6 passaggi:

  1. Realizzazione del modello
    Il modello master rappresenta la situazione del paziente ed è la base per la realizzazione della mascherina di scansione e chirurgica
    Modello master - Implantologia dentale 3D Bologna e Faenza
  2. Costruzione di una mascherina radiologica che sia l’esatta copia dei denti in cera
    La mascherina di scansione contiene informazioni sul risultato protesico desiderato sotto forma di denti radiopachi (visibili nella scansione TC/DVT).
    Mascherina radiologica - Implantologia dentale 3D Bologna e Faenza
  3. Esecuzione di una radiografia tridimensionale digitale ( TC/DVT) con la mascherina in bocca
    Il paziente è sottoposto a scansione mentre indossa la mascherina di scansione utilizzando un normale scanner 3D per TC/DVT. Il processo di scansione può essere eseguito con la maggior parte dei dispositivi per tomografia computerizzata (TC) e tomografia volumetrica digitale (DVT) normalmente reperibili in commercio, che inviano i dati delle immagini secondo il diffuso standard di comunicazione DICOM.
    Radiografia tridimensionale digitale ( TC/DVT) - Implantologia dentale 3D Bologna e Faenza
  4. Pianificazione col software dell’inserimento dell’impianto sulla base delle immagini digitali acquisite
    L‘utilizzatore può importare i dati 3D  direttamente nel software di pianificazione. L‘impianto è posizionato in relazione all‘anatomia del paziente e al risultato protesico desiderato. Al termine della pianificazione dell‘impianto, il software genera il piano per la realizzazione della mascherina chirurgica  e gli step per la fase chirurgica.
    Software di pianificazione 3D - Implantologia dentale 3D Bologna e Faenza
  5. Trasformazione della mascherina radiologica in mascherina chirurgica
    La mascherina chirurgica è realizzata con un dispositivo secondo il piano generato dal programma per ciascun impianto. La mascherina chirurgica contiene le guaine chirurgiche che guidano gli strumenti e l‘impianto.
    Mascherina chirurgica - Implantologia dentale 3D Bologna e Faenza
  6. Inserimento dell’impianto attraverso  le guide della mascherina.
    Dopo aver fissato la mascherina chirurgica nella bocca del paziente, è possibile preparare il letto dell‘impianto utilizzando gli strumenti guidati, e poi procedere con l‘inserimento guidato dell‘impianto. Il protocollo chirurgico generato dal software di pianificazione indica gli strumenti da utilizzare per la preparazione di ciascun sito implantare
    Inserimento impianto - Implantologia dentale 3D Bologna e Faenza

Quali altri vantaggi può dare l’implantologia 3D ?

In alcuni casi se la quantità della gengiva è sufficiente è possibile inserire l’impianto senza incidere la gengiva (chirurgia senza lembo o “ flapless surgery”) con grande riduzione del fastidio post operatorio per il paziente e guarigione più rapida.

 

Fissa un appuntamento con il dr. Pier Carlo Frabboni, la sua esperienza in campo implantologico ti aiuterà a capire qual’è la tecnica migliore per te